Videocomunicato inizio 1014ª Fiera di Sant’Orso

pierluigi-marquis-fiera-sant-orsoSono 1095, compresi i professionisti dell’Atelier, gli artisti e artigiani valdostani che il prossimo 30 e 31 gennaio si ritroveranno nel centro storico di Aosta per presentare con orgoglio e soddisfazione i frutti del loro lavoro, svolto come hobby o come vera e propria attività professionale, animando la 1014° Fiera di Sant’Orso.

Una manifestazione unica che da sempre esprime l’identità della popolazione valdostana celebrando il forte senso di appartenenza storico-culturale al proprio territorio. Un evento che è anche musica, folklore e occasione di degustazioni enogastronomiche, in una festa che si protrae, tra canti e balli tradizionali, nella lunga e famosa“ veillà”, nella notte fra i due giorni, con le vie illuminate e animate sino all’alba.

Pierluigi Marquis, Assessore regionale alle Attività Produttive
E’ un appuntamento che ha richiesto una grossa organizzazione, siamo pronti, confidiamo in un grande afflusso, in un momento non facile per l’economia valdostana ma crediamo che la Fiera di Sant’Orso possa avare una capacità attrattiva che consenta di superare in questi giorni questa fase particolarmente difficile economica generale.

Le domande pervenute sono 1059, a fronte della quota fissa di 1000 posti disponibili, con un significativo aumento delle iscrizioni nel settore tradizionale, passato da 946 a 983 partecipanti, record assoluto delle ultime dieci edizioni. Gli artigiani del settore non tradizionale saranno 57, mentre le scuole d’artigianato saranno 32. Confermati anche l’Atelier riservato ai professionisti, con 95 espositori, e il padiglione enogastronomico, che presenterà le eccellenze dell’enogastronomia valdostana con 58 aziende. Entrambi apriranno il 30 gennaio e proseguiranno fino al 2 febbraio.

Pierluigi Marquis, Assessore regionale alle Attività Produttive
Quest’anno abbiamo cercato comunque di dare una continuità nella tradizione a livello organizzativo di questa manifestazione fieristica, per quanto concerne il percorso credo che l’innovazione importante sia quella della valorizzazione delle porte pretoriane, abbiamo evitato di realizzare la copertura così com’era stato fatto lo scorso anno, quindi di mettere a disposizione questo monumento, di restituirlo a quella che è la visione di tutti quelli che sono i visitatori che affluiscono in gran numero in questi giorni da fuori Valle. Altre iniziative a corollario di animazione della veillà, lungo il percorso di gruppo folkloristici locali, e come consuetudine l’organizzazione degli atelier in Piazza Chanoux e in Piazza Plouves, dopodiché tutta l’offerta enogastronomica in Piazza Plouves. A livello di novità importante c’è anche da segnalare la collaborazione con la Camera di Commercio che propone a livello turistico dei menu di valorizzazione di prodotti tipici di tradizione per meglio far conoscere quelle che sono le peculiarità della nostra Valle ai visitatori esterni.

Una formula che funziona quindi, grazie anche alle iniziative collaterali che si arricchiscono quest’anno di due novità. Proposta al Forte di Bard nel 2010, la mostra fotografica “I volti i luoghi”, ritratti di artigiani valdostani di Diego Cesare, sarà riallestita per l’occasione all’Hotel des Etats di Aosta, mentre tutti i bozzetti che hanno partecipato al concorso per il manifesto della Foire del 2014, vinto da Elena Capra, saranno esposti nella Biblioteca regionale.
Il ventaglio dell’offerta culturale durante i giorni della Fiera sarà quindi completato dalle mostre ”Universo Depero” al Museo Archeologico Regionale, “Tilson.Ritorno ad Aosta” al Centro Saint-Benin, “Guglielmo Pramotton. La storia e le storie” alla Chiesa di San Lorenzo e “Roberto Priod. La forma del senso”, presso la Sala espositiva dell’Hotel des Etats. Non mancherà infine l’abituale annullo filatelico speciale, emesso dal 1979 a oggi.

L’imponente macchina organizzativa anche quest’anno è quindi pronta a mettersi in moto, non senza aver sistemato prima anche i più piccoli dettagli riguardanti la logistica.

Vally Lettry, Dirigente Attività promozionali industria e artigianato
Abbiamo il nuovo parcheggio Sogno, rinominato 1Bis, servito da navetta sempre, e soprattutto abbiamo potuto, grazie alle risorse assicurate, continuare a proporre la centrale operativa mista, che è sicuramente un’organizzazione complessa ma che consente di esserne nel luogo giusto per affrontare tutto ciò che accade in questi due giorni.

Su di me Pierluigi Marquis

Pierluigi Marquis
Ho iniziato il mio impegno politico-amministrativo al Comune di St. Vincent, dove sono stato Assessore dal 1995 al 2003, e Vicesindaco dal 2003 al 2010. Dal 2010 al 2013 sono stato nuovamente eletto Assessore comunale a St. Vincent nonché Presidente della Comunità montana Monte Cervino.

Guarda anche

Presentazione del manifesto della 47a Foire d’été

Aosta,venerdì 19 giugno 2015 E’ un giovane valdostano il vincitore del Manifesto Foire d’été 2015 L’Assessore …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *